Scusate il crosspost, soprattutto sui NG che non frequento abitualmente, ma
ho un problema abbastanza urgente: una tesi di dottorato intrappolata su di
un HD da 2 pollici.

La dottoranda, in effetti, non meriterebbe aiuto, visto che, alcuni mesi
fa, le ho dovuto smontare l'HD in quanto farcito di virus e, in tale
occasione, le ho raccomandato di salvare il lavoro quotidianamente e di
cambiare PC, dato che il suo Ŕ una vecchia caccavella sulla quale ha
installato Win-XP, Office eccetera, col risultato di swappare in
continuazione su disco, disco che giustamente s'Ŕ vendicato.

Per˛, visto il momento, a pochi giorni dalla consegna della tesi, mi sembra
una punizione eccessiva...

I fatti: all'avvio il PC mostra la schermata di boot fallito e chiede se si
vuole ripartire in modalitÓ provvisoria con o senza rete, prompt dei
comandi o ultima configurazione sicuramente valida.

Qualunque scelta venga fatta ci ponza un po' (si vede, sulla riga in basso,
una rapidissima successione di scritte che sembrano quelle di montaggio di
un HD), Blue Screen Of Death e di nuovo pagina di boot fallito.

Questo, tra l'altro, non esclude la possibilitÓ di virus...

Collegando il disco con un adattatore USB-IDE ad un altro PC il disco viene
visto e si mette a rumoreggiare solo se si cerca di accedervi (rumori
"sani", di seek ripetute, non schiocchi strani) e, dopo un paio di minuti,
chiede se formattare il disco.

Rimesso sul portatile e facendo boot da CD con l'ultima versione
scaricabile di Ubuntu, inizia una lunga sequenza di errori sui blocchi da
23 a 32 del settore 128 o qualcosa del genere e poi altri 7-8 blocchi sul
settore 50456 (o qualcosa del genere).
Poi, dopo altri 5 minuti, si lamenta di nuovo per gli stessi blocchi dello
stesso settore 128.

Che faccio? Una volta c'erano le Norton Utilities, c'Ŕ qualche attrezzo
simile per NTFS? L'interfaccia USB va bene per questi lavori o mi devo
procurare un adattatore IDE desktop -> IDE laptop?

Grazie anticipate e scusate ancora.