Deframmentare un HD usb - Storage

This is a discussion on Deframmentare un HD usb - Storage ; Salve a tutti, ho un HD usb LACIE da 500 Giga dove c'è un po di tutto, da vari documenti, immagini e moltissimi filmati DivX (quasi per la totalità dei files, sono film mediamente da 1giga l'uno). Ci sono oramai ...

+ Reply to Thread
Results 1 to 8 of 8

Thread: Deframmentare un HD usb

  1. Deframmentare un HD usb

    Salve a tutti, ho un HD usb LACIE da 500 Giga dove c'è un po di tutto, da
    vari documenti, immagini e moltissimi filmati DivX (quasi per la totalità
    dei files, sono film mediamente da 1giga l'uno). Ci sono oramai solo 600
    mega liberi e ho notato un rallentamento nelle opzioni di salvataggio,
    copia/incolla, ecc.... ha un senso fare la deframmentazione di questo HD? Lo
    chiedo perché non ho mai sentito parlare di deframmentare un disco esterno
    usb.
    Grazie, saluti.



  2. Re: Deframmentare un HD usb

    Marco.- ha pensato forte :
    > Salve a tutti, ho un HD usb LACIE da 500 Giga dove c'è un po di tutto, da
    > vari documenti, immagini e moltissimi filmati DivX (quasi per la totalità dei
    > files, sono film mediamente da 1giga l'uno). Ci sono oramai solo 600 mega
    > liberi e ho notato un rallentamento nelle opzioni di salvataggio,
    > copia/incolla, ecc.... ha un senso fare la deframmentazione di questo HD? Lo
    > chiedo perché non ho mai sentito parlare di deframmentare un disco esterno
    > usb.
    > Grazie, saluti.


    Anche se è USB il disco è sempre soggetto a frammentazione...
    specialmente se utilizza un FS FAT32 o NTFS. Ad ogni modo per
    mantenere alte le prestazioni sarebbe consigliabile lasciare
    almeno 2GB di spazio libero.



  3. Re: Deframmentare un HD usb

    Marco.- ha scritto:
    > Salve a tutti, ho un HD usb LACIE da 500 Giga dove c'è un po di tutto, da
    > vari documenti, immagini e moltissimi filmati DivX (quasi per la totalità
    > dei files, sono film mediamente da 1giga l'uno). Ci sono oramai solo 600
    > mega liberi e ho notato un rallentamento nelle opzioni di salvataggio,
    > copia/incolla, ecc.... ha un senso fare la deframmentazione di questo HD? Lo
    > chiedo perché non ho mai sentito parlare di deframmentare un disco esterno
    > usb.
    > Grazie, saluti.
    >
    >


    PRIMA di deframmentare libera almeno il 10 per cento di capacità

    altrimenti la deframmentazione produrrà davvero MOLTO stress meccanico
    al disco per andare avanti

    anche quel 10 per cento di spazio libero , su una unità di tale
    grandezza, sarà cmq molto frammentato

    poi, naturalmente, dipende 'anche' da 'come' hai utilizzato il disco

    se ci hai SEMPRE solo copiato dati sopra senza pressochè mai cancellare
    alcunchè , significa anche che i vari file sono stati posizionati sopra
    in maniera contigua senza spazi e quindi la lentezza è solo dovuta alla
    frammentazione che ci è creata 'giocoforza' nei dati di MFT ed
    informazioni delle cartelle

    se è quest'ultimo caso più vicino al tuo , installa diskeeper oppure
    'perfect disk' ed usa l'apposita opzione che provvede a deframmentare
    SOLO questo tipo di dati del disco

    devi vedere nelle opzioni di 'defrag at reboot' o qualcosa di simile
    già deframmentando solo questo tipo di informazioni [MFT ed info delle
    cartelle(directory)] sul disco ho potuto verificare che su dischi non
    deframmentati , la visualizzazione e gestione tramite 'esplora risorse'
    risultava MOLTO più veloce senza i rallentamenti che notavo prima

    CMQ , UMHO , almeno 1l 5 per cento di spazio libero su un disco bisogna
    SEMPRE lasciarlo " a prescindere "(cit.)

    ciao :-)

  4. Re: Deframmentare un HD usb

    "tony pedi" ha scritto nel messaggio
    news:SSWKk.174919$FR.462576@twister1.libero.it...
    > Marco.- ha scritto:
    >> Salve a tutti, ho un HD usb LACIE da 500 Giga dove c'è un po di tutto, da
    >> vari documenti, immagini e moltissimi filmati DivX (quasi per la totalità
    >> dei files, sono film mediamente da 1giga l'uno). Ci sono oramai solo 600
    >> mega liberi e ho notato un rallentamento nelle opzioni di salvataggio,
    >> copia/incolla, ecc.... ha un senso fare la deframmentazione di questo HD?
    >> Lo chiedo perché non ho mai sentito parlare di deframmentare un disco
    >> esterno usb.
    >> Grazie, saluti.

    >
    > PRIMA di deframmentare libera almeno il 10 per cento di capacità
    >
    > altrimenti la deframmentazione produrrà davvero MOLTO stress meccanico al
    > disco per andare avanti
    >
    > anche quel 10 per cento di spazio libero , su una unità di tale grandezza,
    > sarà cmq molto frammentato
    >
    > poi, naturalmente, dipende 'anche' da 'come' hai utilizzato il disco
    >
    > se ci hai SEMPRE solo copiato dati sopra senza pressochè mai cancellare
    > alcunchè , significa anche che i vari file sono stati posizionati sopra in
    > maniera contigua senza spazi e quindi la lentezza è solo dovuta alla
    > frammentazione che ci è creata 'giocoforza' nei dati di MFT ed
    > informazioni delle cartelle
    >
    > se è quest'ultimo caso più vicino al tuo , installa diskeeper oppure
    > 'perfect disk' ed usa l'apposita opzione che provvede a deframmentare SOLO
    > questo tipo di dati del disco
    >
    > devi vedere nelle opzioni di 'defrag at reboot' o qualcosa di simile
    > già deframmentando solo questo tipo di informazioni [MFT ed info delle
    > cartelle(directory)] sul disco ho potuto verificare che su dischi non
    > deframmentati , la visualizzazione e gestione tramite 'esplora risorse'
    > risultava MOLTO più veloce senza i rallentamenti che notavo prima
    >
    > CMQ , UMHO , almeno 1l 5 per cento di spazio libero su un disco bisogna
    > SEMPRE lasciarlo " a prescindere "(cit.)
    >
    > ciao :-)


    Grazie delle precise informazioni, una sola domanda: ma utilizzare il
    deframmentatore nativo di XP non è sufficiente secondo te? Ciao!



  5. Re: Deframmentare un HD usb

    Marco.- ci ha detto :
    >


    > una sola domanda: ma utilizzare il
    > deframmentatore nativo di XP non è sufficiente secondo te? Ciao!


    Per me va bene anche quello... poi fa un pò te.



  6. Re: Deframmentare un HD usb

    Marco.- ha scritto:

    > Grazie delle precise informazioni, una sola domanda: ma utilizzare il
    > deframmentatore nativo di XP non è sufficiente secondo te? Ciao!
    >
    >


    non lo uso perchè non permette ciò che invece permettono gli altri
    prodotti e perchè uso far effettuare solo la deframmentazione dei file
    senza il completo riposizionamento dei file sul disco

    se hai sulla stessa partizione sia il sistema operativo che i dati ,
    allora credo che sia meglio il deframmentatore di win

    però non hai la possibilità di indicare quali cartelle posizionare
    all'inizio e/o alla fine del disco : fa/decide tutto lui

    però , piuttosto che farlo rimanere 'molto frammentato' , è meglio
    usarlo anche se solo saltuariamente ( una volta ogni 3-9 mesi , dipende
    dall'uso che si fa del disco ...

    se si naviga su internet, si scrive uan lettera ogni 3 mesi, si ascolta
    un mp3 passato da amici ogni tanto e non si fa uso di programmi di p2p /
    file sharing ( emule , torrent et similia ) allora basterebbe anche una
    deframmentazione ogni due-tre anni ;-)

    il tutto IMHO

    ciao :-)


  7. Re: Deframmentare un HD usb

    On Mon, 20 Oct 2008 07:58:42 GMT, tony pedi wrote:

    > PRIMA di deframmentare libera almeno il 10 per cento di capacità
    >
    > altrimenti la deframmentazione produrrà davvero MOLTO stress meccanico
    > al disco per andare avanti


    Concordo. Sul mio USB esterno da 400 GB, prima di deframmentare
    vedo quello che posso cancellare, e sul resto, se rimane ancora
    meno del 15% di spazio libero, sposto alcune cartelle sullo
    spazio libero degli hard disk interni, fino a raggiungere almeno
    il 15% di spazio libero (in realtà quasi mai meno del 20%).
    La deframmentazione totale è quello che il Defrag di
    Windows XP o di Vista NON fanno molto bene: lasciano un
    sacco di frammenti e numerosi spazi vuoti fra i blocchi di dati,
    altro che "deframmentazione completa"!
    E' questo il motivo per preferire altri deframmentatori più
    efficienti, non per la velocità, che in realtà è nella media
    dei deframmentatori, per me significa Perfect Disk o
    UltimateDefrag per un HD di sistema, dove gli eseguibili di sistema
    e altri determinati files dovrebbero anche essere posizionati verso
    la zona iniziale del HD per avere un accesso più rapido, mentre per un
    USB esterno da "storage" puo' bastare il JKDefrag GUI, che svolge
    ottimamente il suo lavoro. Però sia Perfect Disk che UltimateDefrag
    sono a pagamento, non freeware, idem per i più famosi Diskeeper e
    O&O Defrag (Diskeeper lo si usa spesso in ambito aziendale, ma per
    uso domestico se devo comprarmi un programma preferisco i due
    citati sopra: per oltre due anni ho usato Perfect Disk e poi ho scoperto
    UltimateDefrag, che per le mie esigenze va ancora meglio).

    Dopo aver deframmentato completamente l'HD USB, "riverso"
    nuovamente su di esso le cartella copiate temporaneamente
    sui HD interni. Dal momento che dovrebbe esistere un unico blocco
    di spazio libero (SE si usano i programmi che ho citato da preferire),
    i files "che ritornano all'ovile" sono ricopiati senza creare
    frammentazioni o solo minimamente.

    Per un confronto fra i programmi di deframmentazione, più che
    altro quelli freeware più Perfect Disk (shareware), qui c'è un
    test interessante:

    http://www.programmifree.com/confron...mmentatori.htm

    > se ci hai SEMPRE solo copiato dati sopra senza pressochè mai cancellare
    > alcunchè , significa anche che i vari file sono stati posizionati sopra
    > in maniera contigua senza spazi e quindi la lentezza è solo dovuta alla
    > frammentazione che ci è creata 'giocoforza' nei dati di MFT ed
    > informazioni delle cartelle
    >
    > se è quest'ultimo caso più vicino al tuo , installa diskeeper oppure
    > 'perfect disk' ed usa l'apposita opzione che provvede a deframmentare
    > SOLO questo tipo di dati del disco


    Vero, in tali casi sarebbe assai meglio... nessuno dei due
    però è freeware. E infatti per risolvere il problema io i programmi
    li ho comprati (Perfect Disk tempo fa e recentemente UltimateDefrag).

    > CMQ , UMHO , almeno 1l 5 per cento di spazio libero su un disco bisogna
    > SEMPRE lasciarlo " a prescindere "(cit.)


    Concordo in pieno! :-)

    ciao

  8. Re: Deframmentare un HD usb

    Scriveva Old_Dobson lunedì, 20/10/08:
    > On Mon, 20 Oct 2008 07:58:42 GMT, tony pedi wrote:
    >
    >> PRIMA di deframmentare libera almeno il 10 per cento di capacità
    >>
    >> altrimenti la deframmentazione produrrà davvero MOLTO stress meccanico
    >> al disco per andare avanti

    >
    > Concordo. Sul mio USB esterno da 400 GB, prima di deframmentare
    > vedo quello che posso cancellare, e sul resto, se rimane ancora
    > meno del 15% di spazio libero, sposto alcune cartelle sullo
    > spazio libero degli hard disk interni, fino a raggiungere almeno
    > il 15% di spazio libero (in realtà quasi mai meno del 20%).
    > La deframmentazione totale è quello che il Defrag di
    > Windows XP o di Vista NON fanno molto bene: lasciano un
    > sacco di frammenti e numerosi spazi vuoti fra i blocchi di dati,
    > altro che "deframmentazione completa"!
    >


    Sarà... ma personalmente usando quello di serie a Vista e anche
    altri non ho notato dopo differenze prestazionali degne di nota.
    E comunque si ottengono migliori risultati utilizzando il
    Defrag da linea di comando...



+ Reply to Thread